.
Annunci online

svizzerotta
Live your dreams, it's not as hard as it may seem...


My books


18 gennaio 2010

Sorry

"Non dire mai che ti dispiace mentre tieni nascoste la mani nelle tasche dei pantaloni. Vogliamo tutti vedere le armi con le quali veniamo feriti."

"Non c'è nulla di più meschino di un uomo che non sa scusarsi per i propri errori."

"Il passato può essere come un macigno che al momento meno opportuno ti ritrovi appeso al collo."

"Gli uomini lasciano andare malvolentieri le loro perdite, le vivono come un brutto film che ricomincia sempre dall'inizio e assaporano l'amarezza dell'abbandono come se fosse qualcosa di prezioso."

"Il tempo esige continuamente attenzioni. Sundance dovette imparare molto presto quanto può essere tremendo il minimo scampolo di tempo, quando si sente la mancanza di qualcuno."

"A partire dalla nascita ogni essere umano ha un passato che lo accompagna per tutta la vita. Indipendentemente da dove si trovi o cosa faccia. E come tutte le persone sono legate fra loro, così lo sono anche gli avvenimenti. Nulla accade senza un senso."

"Tamara aspetta. Trascorre le ore in soggiorno sulla poltrona. Adesso capisce perché la gente veglia i morti. E' la separazione la parte più dura. Non c'è ritorno. Forse essere morti significa essere abbandonati da tutti. Quanto più a lungo restiamo presso i morti, tanto più a lungo quelli continuano a vivere."

Frasi tratte da "Sorry" di Zoran Drvenkar, un libro che mi rimarrà impresso per molto tempo...


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. books sorry note a margine

permalink | inviato da svizzerotta il 18/1/2010 alle 16:15 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa


1 aprile 2009

Meglio un uomo oggi



Ok, ammetto di essere di parte perché adoro questa donna, ma mi è piaciuto davvero tanto. Mi ha fatto ridere, ma anche riflettere. Ho tifato per lei dall'inizio alla fine e ho chiuso il libro con il sorriso stampato in faccia. Ogni tanto letture del genere fanno bene all'umore :-)

Piesse: Se volete leggerlo vi consiglio però di leggere anche il libro precedente "Meglio donna che male accompagnata" perché questo è il suo seguito!


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. geppi cucciari

permalink | inviato da svizzerotta il 1/4/2009 alle 16:0 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa


11 febbraio 2009

Revolutionary Road



La storia triste e amara di un matrimonio costruito sulla menzogna. Di esistenze all'apparenza perfette, ma in realtà vuote. Di giornate spente e monotone, trascorse in attesa di una svolta decisiva che però sembra non arrivare mai...
Questo è un libro che colpisce e lascia il segno. La scrittura di Yates è sublime, scava nel profondo dei personaggi arrivando a farci percepire esattamente lo stato d'animo dei protagonisti. Ho letto le ultime pagine con una stretta al cuore, per poi scoppiare in una sonora risata leggendo la frase finale. Indimenticabile!

Ora sono proprio curiosa di vedere il film...




permalink | inviato da svizzerotta il 11/2/2009 alle 13:30 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa


8 gennaio 2009

Ultime letture degne di nota


Un'ex tossica viene ingaggiata per ritrovare una ragazza scomparsa.
Ambientato nella New York anni '50, una storia di droga e disperazione
che si legge tutta d'un fiato!


La periferia di Milano durante una torrida estate,
il rapimento e la violenza sui bambini,
un romanzo duro e graffiante, come la ruggine!


Come il primo, anche questo si legge d'un fiato!
Impossibile non affezionarsi ai personaggi e non
vedere l'ora dell'uscita del terzo capitolo della saga
prevista per domani!!!


La Litti è sempre la Litti!
Per ridere e... riflettere!!!




permalink | inviato da svizzerotta il 8/1/2009 alle 10:0 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa


13 novembre 2008

L'oscura immensità della morte



Un pugno nello stomaco 

Un libro crudo, veloce, diretto, che regala molte emozioni. I protagonisti sono Silvano, un uomo al quale hanno ucciso moglie e figlio durante una rapina, e Raffaello uno dei due malviventi che non è riuscito a scappare e sta scontando la pena in carcere. Dalle pagine traspare la solitudine, il dolore, l'amore, l'odio, la rabbia, la sete di vendetta del primo e il pentimento, la speranza, la voglia di libertà dell'altro. Davvero una bella sorpresa questo Carlotto!


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. I love books Massimo Carlotto

permalink | inviato da svizzerotta il 13/11/2008 alle 10:50 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa


7 ottobre 2008

Anime alla deriva



In questo libro c'è di tutto: amore, odio, amicizia, tradimento, gelosia, ossessione, rancore, vendetta e una vena di follia. La storia è contemporanea, ma sembra ambientata molti anni addietro. Ci si entra piano piano ma, una volta coinvolti, risulta difficile abbandonarne la lettura.

Amaro e intenso. Mi ha colpita molto.




permalink | inviato da svizzerotta il 7/10/2008 alle 10:0 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa


24 settembre 2008

Uomini che odiano le donne



Questo è il primo volume della Millennium Trilogy di Stieg Larsson, autore precocemente scomparso subito dopo aver terminato la sua opera.

A discapito delle 676 pagine, che ammetto all'inizio un po' mi spaventavano, l'ho divorato! Non vedevo l'ora di tornare a casa, immergermi nelle fredde ma affascinanti atmosfere svedesi e svelare il mistero che da anni affliggeva la famiglia Vanger. Assolutamente da leggere!




permalink | inviato da svizzerotta il 24/9/2008 alle 10:0 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa


15 settembre 2008

Ninna Nanna



Finora il libro di Palahniuk che più mi è piaciuto.
Assurdo e surreale come sempre, ma con delle parti che mi hanno toccata profondamente.




permalink | inviato da svizzerotta il 15/9/2008 alle 15:45 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa


7 settembre 2008

Il viaggio della strega bambina



Una vecchia trapunta cela le pagine di un diario. Pagine che raccontano la storia di Mary, nipote di una strega. Quando la nonna viene condannata per stregoneria, Mary scappa per sfuggire allo stesso destino e si imbarca su una nave diretta in America, dove spera di trovare una nuova casa, un luogo dove poter essere una persona diversa.

Questo libro mi ha letteralmente rapita. E' scritto davvero bene. Inoltre è impossibile non affezionarsi a Mary e seguirla nel suo lungo viaggio, intrapreso per sfuggire all'accusa di stregoneria e a morte certa.




permalink | inviato da svizzerotta il 7/9/2008 alle 22:50 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa


2 settembre 2008

Acqua nera



Il libro è ispirato a un fatto di cronaca avvenuto nel mese di luglio del 1969. Il Senatore Ted Kennedy era in macchina con Mary Jo Kopechne, quando l'auto uscì di strada e finì in mare. Lui riuscì a salvarsi, mentre la giovane donna morì annegata.

La protagonista della storia della Oates si chiama Kelly Kelleher. Il libro comincia dal momento in cui l'automobile del Senatore (di cui non viene mai menzionato il nome) esce di strada e finisce in acqua. I pensieri e le paure di Kelly al momento dell'incidente si alternano agli eventi precedenti il fatto e ai ricordi della giovane donna. Un libro che si legge in fretta, quasi trattenendo il respiro, e che fa riflettere. Mi ha fatto pensare che spesso si fanno progetti per il futuro e si pensa di avere tutto il tempo necessario per realizzarli, quando invece una determinata scelta può cambiare inevitabilmente il nostro destino...




permalink | inviato da svizzerotta il 2/9/2008 alle 15:30 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa


26 agosto 2008

La quasi luna



"La luna è intera sempre, ma non sempre riusciamo a vederla così. Allora vediamo una luna non intera, una quasi luna. Il resto rimane nascosto; ma siccome in cielo c'è solo lei, noi la seguiamo. Ci organizziamo la vita sui suoi ritmi e sulle sue maree."

E' la storia di una donna che uccide la propria madre. Una madre malata, crudele, rea di aver rovinato la vita dell'intera famiglia. E' un libro forte, duro, un pugno nello stomaco. Mi ha lasciato un senso di malessere che ricorderò a lungo.




permalink | inviato da svizzerotta il 26/8/2008 alle 14:0 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


6 agosto 2008

Ultime letture "nere"



Primo approccio con questa scrittrice, sono rimasta positivamente colpita. Tre racconti diversi tra loro, ma ugualmente carichi di tensione. Il migliore secondo me è "Il giardino dei bambini perduti", il cui tema centrale è il rapimento e l'uccisione di bambini. Mi ha ricordato un po' "Io non ho paura" di Ammaniti e mi ha tenuta con il fiato sospeso dall'inizio alla fine. Un vero peccato che non lo si trovi già più in edicola!



Tre sconosciuti si ritrovano bloccati in ascensore durante un blackout. Una situazione antipatica, ma apparentemente normale. Ma con il passare del tempo, il caldo, la mancanza d'aria e la prospettiva di veder sfumare i propri piani, i tre protagonisti saranno messi a dura prova. La convivenza in quello spazio angusto si farà via via sempre più insostenibile. Un crescendo di tensione e angoscia che sfocia in un finale inaspettato e che fa rilettere.




permalink | inviato da svizzerotta il 6/8/2008 alle 11:30 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa


28 luglio 2008

Bastardo numero uno



Il primo libro della saga di Stephanie Plum.
Un giallo con un pizzico di rosa e parecchio umorismo.
Molto carino, è perfetto come lettura estiva!




permalink | inviato da svizzerotta il 28/7/2008 alle 14:0 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa


8 luglio 2008

Destinatario sconosciuto



Tratto da una storia vera

"Ma c'è un luogo in cui possiamo sempre trovare qualcosa di autentico: il focolare di un amico, dove poter condividere le nostre piccole preoccupazioni, trovare calore e comprensione, dove i meschini egoismi sono inconcepibili e dove vino, libri e chiacchere danno un significato diverso all'esistenza. Allora sappiamo di aver conquistato qualcosa che nessuna falsità può corrompere e ci sentiamo a casa."

Questo libro è stato pubblicato per la prima volta in America nel 1938 e racconta, sotto forma di lettere, la storia di due uomini legati da una profonda amicizia. Amicizia che, a causa dell'avvento del nazismo di Hitler in Germania, subirà un radicale cambiamento e porterà conseguenze terribili ed inimmaginabili. Molto bello.




permalink | inviato da svizzerotta il 8/7/2008 alle 14:30 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa


26 giugno 2008

Corpi senza volto



Terzo caso per la detective Jane Rizzoli, affiancata dalla patologa Maura Isles, altrimenti conosciuta come "la regina dei morti". Le due donne si ritrovano ad indagare sulla misteriosa aggressione subita da due suore all'interno di un convento. Una è purtoppo deceduta, l'altra è stata trasportata d'urgenza all'ospedale e lotta tra la vita e la morte. Un caso difficile, misterioso, che avrà dei risvolti totalmente inaspettati...
Anche stavolta Tess Gerritsen non si smentisce e ci regala un ottimo medical thriller, condito di suspence, colpi di scena e... sentimenti!




permalink | inviato da svizzerotta il 26/6/2008 alle 14:40 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


16 giugno 2008

L'eleganza del riccio



"Per la prima volta in vita mia ho sperimentato il senso delle parole "mai più". Beh, è una cosa terribile. Le pronunciamo cento volte al giorno, ma non sappiamo cosa stiamo dicendo se non ci siamo ancora confrontati con un vero "mai più". In fondo ci illudiamo sempre di poter controllare ciò che accade; nulla ci sembra definitivo."

Ammetto che fino a circa metà libro la tentazione di abbandonarne la lettura è stata molto forte. Ho provato un'immediata antipatia per le due protagoniste e ho trovato la scrittura piuttosto noiosa. Dalla seconda metà però è cambiato tutto. La storia ha preso un'altra piega ed è riuscita a tenermi incollata fino alla fine, lasciandomi piuttosto soddisfatta.




permalink | inviato da svizzerotta il 16/6/2008 alle 14:15 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa


4 giugno 2008

Io & Marley



"Era possibile per un cane, qualsiasi cane, ma soprattutto un pazzo cane incontrollabile come il nostro, indicare agli umani le cose che contavano realmente nella vita? Direi di sì. Lealtà. Coraggio. Devozione. Semplicità. Gioia. E le cose che non contavano. A un cane non servono automobili lussuose o grandi case o vestiti di sartoria. Gli status symbol non significano niente per lui. Un bastone fradicio gli va altrettanto bene. Un cane giudica gli altri non dal colore, il credo o la classe ma da chi sono interiormente. A un cane non importa se sei ricco o povero, istruito o analfabeta, intelligente o stupido. Dagli il tuo cuore e lui ti darà il suo."

Divertente, tenero, commovente. Come si può non voler bene a questo cagnone???




permalink | inviato da svizzerotta il 4/6/2008 alle 23:0 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa


23 maggio 2008

Una lingua sul cuore



"Mi sono innamorata di te, te lo dico così, con la pelle. Con le ossa, con le vene, con le viscere che non perdono sangue ma fiori."

Morena è una giovane donna che, all'apparenza, ha tutto dalla vita. E' bella, di buona famiglia e studia all'università. Ma, dentro, soffre terribilmente. Soffre per aver perso il suo grande amore. Perdita di cui si ritiene l'unica responsabile. I giorni le scivolano addosso, uno dopo l'altro. Tra feste, alcool, droga e sesso, Morena cerca di alleviare il suo dolore. O, forse, di espiare le sue colpe... Un libro molto intenso, scritto poeticamente.




permalink | inviato da svizzerotta il 23/5/2008 alle 11:30 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


20 maggio 2008

L'alienista



New York, 1896. Un serial killer imperversa in città uccidendo giovani travestiti e mutilandone i corpi. Il capo della polizia, in segreto, affida le indagini ad un discusso alienista. Egli mette insieme una speciale "task force" che si occupa esclusivamente del caso. L'indagine è totalmente basata sulla psicologia dell'assassino e durerà parecchio tempo ma, alla fine, darà i suoi frutti.
Thriller scritto in maniera sublime, con personaggi ben delineati e le atmosfere cupe di quella New York di fine '800 perfettamente descritte, tanto che sembra quasi di viverci. La storia parte un po' lenta, ma poi prende sempre più ritmo fino ad arrivare all'adrenalinico finale. Molto bello.




permalink | inviato da svizzerotta il 20/5/2008 alle 11:15 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


5 maggio 2008

Un fiore del male: Chuck Palahniuk

Grazie alla community di Anobii, ho scoperto questo scrittore.
Di lui ho letto questi due libri:





"Fight Club" lo conoscevo già per via del film di David Fincher.
Trovo che il libro sia più completo, può aiutare a capire alcune cose che nel film non sono molto chiare.
Comunque li ho trovati entrambi allucinanti, sconvolgenti e crudeli, ma geniali!
Sicuramente ne leggerò altri...




permalink | inviato da svizzerotta il 5/5/2008 alle 16:15 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa
sfoglia     aprile       
 
 




blog letto 1 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

Diario
My music
My books
My movies
Serial
Aforismi

VAI A VEDERE

agente_zerozerorita
aira
aislinn
annie
Anto70
compagnidiviaggio
cup
elepuntaallaluna
francesca-lu
jericho
kalispera
ladyjadina
ladyjanegrey
losvizzero
luckystar
markino
ombra
persbaglio
prisca
Rosa Bianca
Simona73
SleepingBlizzard
sottiletta
Sum
sweet-barracuda
tetzuya
trinity
Winston Blu
yogurtalimone



La vita è come una commedia:
non importa quanto è lunga,
ma come è recitata.
(Seneca)




I sogni sono come le stelle, irraggiungibili… però come è bello alzare gli occhi al cielo e vedere che sono sempre lì...





La felicità non va inseguita, ma è un fiore da cogliere ogni giorno, perché essa è sempre intorno a te. Basta accorgersene.
(Sergio Bambaren)





Evitare di amare per paura di soffrire
è come evitare di vivere per paura di morire!






La luce di una candela nella notte puo' illuminare piu' del sole!
(Sting)






Gli ostacoli sono fatti per essere superati!
(J. Willard Marriot)



















CERCA